Una nuova vigilia

Quando si arriva all’ultima settimana prima di una gara, la sensazione è quella che ormai l’allenamento sia terminato. A differenza della classica “notte prima degli esami”,  il lavoro in extremis non può cambiare radicalmente l’esito del test. C’è solo da scaricare e scaricare, per arrivare a quel fatidico 100% di forma che fa più morale che differenza fisica.

Bene, io sono pronto. Gennaio è stato molto travagliato , condito dall’infortunio imprevisto al tendine, ma per fortuna sono ancora qui, in grado di raggiungere ancora il mio obiettivo fra meno di 2 giorni. 

La maledetta tendinite è arrivata proprio nel momento di massimo sforzo (anzi, forse è arrivata proprio per quello): 15 giorni di stop, ed un leggero riacuttizzarsi alla ripresa. Mi son sentito molto scoraggiato, nonostante i consigli di coach Massimo “ti farà bene un po’ di riposo”, la paura era che la forma fosse svanita. Appena ricominciatoho faticato a trovare ritmo, fiato e gambe, nemmeno fossi fermo da mesi. Ma pian piano son tornato ad essere quello di dicembre, e l’ultimo test del weekend precedente alla gara, sui 19km, mi ha detto che si, posso giocarmela e tentare il PB.

L’emozione è tanta, primo pettorale 2013,terza mezza maratona e Verona. Splendida città, e passaggio finale dentro l’Arena. Solo questo vale il prezzo del biglietto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...