Corsa anaerobica!

Uno dei momenti che più apprezzo della stagione podistica, è quello delle gare brevi estive.
È senza dubbio, il periodo in cui mi diverto di più. Le gare sono talmente corte, che quando arrivi in fondo, ti chiedi: “ma come, è già finita?”, mentre solo 5 minuti prima stavi implorando pietà e maledicendo la tua partenza scellerata ad un passo di 30″ più veloce di quanto saresti in grado realmente di sostenere.

Anche quest’anno, non è stato da meno.
Dopo l’inaspettato tempo fatto segnare nell’antipasto della Busto di Sera, è iniziato il consueto tour de force con il Giro del Varesotto, che ha visto la famiglia la gran completo partecipare nelle rispettive categorie (da segnalare l’ottimo esordio di Francesca, 3^ SF35 dopo l’ultima tappa, e il podio mancato per un soffio dalla piccola Lara).
Il Giro si è aperto subito con una bella conferma del passo, con i saliscendi di Besnate a 3.56 di passo, per poi continuare con la tappa di Castelletto Ticino dove ho patito il percorso tortuoso, chiudendo in 4.05.

Da qui ho piazzato poi un tour de force degno della mia miglior trance agonistica: giro del Lago di Comabbio (Run For Africa, 12.6Km ondulati a 4.20) chiuso al 15° posto assoluto, Staffetta 12x1h con gli amici di RunningForum con 14.4Km completati (4.11 di passo) e serale di Cardano al Campo a 3.52. Il tutto in 3 giorni, tra domenica e mercoledì. La quarta tappa del Giro, con le salite di Quinzano, è stata un’occasione per rigenerare, correndo al fianco di Francesca.

p1224403042-5

Riposo obbligato quello di Quinzano, anche perché il giorno dopo ho tentato di ritoccare il personale alla Gallarate Night Run. Per 3km ho girato a ritmi da PB, ma poi il caldo si è fatto sentire, con l’aggiunta della beffa di un 11° posto (a premio i primi 10) maturato senza sapere in che posizione mi stessi trovando.

La settimana seguente ho concluso con un buon tempo la serale ondulata di Somma Lombardo a 3.56, per poi staccare un super tempo in quel di Casorate: partenza controllata (3.49), gestione (3.53), accelerazione (3.44), tenuta in salita (3.53) e finale con inaspettata nuova benzina (3.41), derivante anche da un breve calcolo che mi proiettava al PB, e addirittura ad un passaggio sotto i 19′ sui 5. Passaggio che c’è stato, per un solo secondo: 18.59 e muro dei 19 minuti abbattuto, con un passo medio di 3.48!

Parentesi di riposo dopo un ottimo Giro del Varesotto, con un trail da 21Km a Marzabotto (D+900) e tanta CL. Debutto nel giro dell’Alto Milanese nella sempre bella tappa di Castano Primo, dove accuso stanchezza ma riesco, attaccandomi a Maarco del forum, a tenere a 3.52 di passo medio. Sento che le energie cominciano pian piano a mancare, com’è giusto che sia dopo un periodo di gare corse tutte senza rifiatare. Ho un ultimo sussulto a Rescaldina, una gara che mi è sempre piaciuta, soprattutto per la linearità del percorso. Se non ci fosse quel maledetto ripido cavalcavia dopo 1Km, sarebbe una location perfetta per fare il tempo. Chiudo la gara più lunga del circuito (6.2Km) con l’ennesimo 3.52, soddisfatto del buon finale.

Dopo un’altra divagazione Trail (Monteveglio 13Km / D+550 allungati a 27Km di giornata) a Nerviano si sono palesati tutti i miei timori sulla forma in calo, accentuati dall’arrivo di un’ondata di caldo tagliagambe. Salto al Km 2, resto a velocità di crociera intorno ai 4′ ed accelero leggermente nel finale, giusto per portare a casa un 3.58. Il resto delle mie gare è composto da una StraOlona presa come corsa di recupero, e una serale di San Giorgio al piccolo trotto (4.07).
Chiudo il trittico di salite off-road Bolognesi, con la non competitiva di casa, a Savigno, 11.5Km con D+400 in quinta posizione.

Foto 095 di 112

Tirando le somme di questi 2 mesi scarsi, non posso che ritenermi soddisfatto. Il passo che fino ad un anno fa era per me un’exploit, è diventato routine. Il recupero in alcune occasioni è stato praticamente assente, ma è bastata una settimana senza gare per vedere che le gambe erano riposate.

Ora farò un breve periodo di scarico, per poi attaccare nuovamente con la velocità: obiettivo la 10k di Hyde Park, durante le ferie estive di Agosto

Annunci

3 pensieri su “Corsa anaerobica!

  1. Pingback: Memorial Laura Prati, Cardano al Campo (VA) 15 Ottobre 2017 | unavitadarunner

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...