Cross del Campaccio 2016

Visto il mio recente avvicinamento al mondo delle campestri, non potevo mancare al cross che vide il mio debutto, quasi per caso, esattamente un anno fa.

Affronto il riscaldamento con Emiliano ripercorrendo quell’esordio: un rettilineo per iniziare, curva secca a sinistra per immettersi sul prato, altri due tratti lineari fino ad arrivare alla parte tecnica: 3 dossi in successione (l’ultimo alto poco meno di 2 metri) con inversione ad U per ripercorrere la salita conclusiva della serie precedente. A seguire, doppio rettilineo andata/ritorno, ultimo dosso (con discesa in curva, più lunga ed impegnativa) e allungo per rientrare nel centro sportivo, dove si riesce ad incrementare il passo fino al traguardo.

Percorso 2016.jpg

Alle 10, sotto un bel sole, parte una batteria affollatissima da oltre 350 persone, e subito dai primi metri bisogna lottare sgomitando e spingendo a destra e sinistra.
L’inizio gara è quindi irregolare e lento, riesco a fare il mio passo solo una volta raggiunta la parte ondulata, che è il tratto del Campaccio che apprezzo maggiormente. Passo il tappeto del Km 1 per poi entrare nel centro sportivo, dove il terreno risulta essere più compatto e si riesce ad aumentare il ritmo. Chiudo così il primo giro a 4.13 di media.

24189438916_14907b2dfa_o

Il secondo giro è quello tattico: un uomo come punto di riferimemto, si cerca di rifiatare e salvare energie per l’ultimo giro. Come un metronomo, anche questo passaggio è a 4.13

Negli ultimi 2Km cominciano le prime defezioni, passo alcune persone e riesco a raggiungere anche i punti di riferimento del giro precedente. Ultimo passaggio nella zona delle collinette con saluto finale ai familiari appostati. Cerco ancora il sorpasso sul rettilineo del traguardo, ma chi mi precede scatta in contemporanea a me ed il tentativo fallisce. Grazie allo sprint finale, il terzo giro risulta il più veloce, a 4.12 di media.

 

Am-vLwiKgbDqG5eZNCumng2ITKnklfodXGSJlTPwH6vP

Indubbiamente uno dei miei migliori cross fino ad oggi, corso con costanza, un buon ritmo e senza arrivare troppo stravolto. Dopo il 27.04 fatto nel 2015, quest’anno il cronometro si è fermato a 25.25, 1 minuto e 40 secondi più veloce (e che mi pare un abisso, a soli 365 giorni di distanza). Interessante anche la progressione sui piazzamenti ad ogni giro, dal 228 del primo passaggio a 224, fino al 214 finale (lo scorso anno arrivai 297°, e con meno persone al via).

Tornare a correre su un percorso conosciuto, mi ha fatto capire che, sulla strada come sul prato, memorizzare le difficoltà della gara è stato un vantaggio non indifferente.

Non ho ancora una grossa esperienza di campestri (ne ho corse 8 finora) ma, per ora, metto assolutamente il Campaccio al primo posto dei percorsi più divertenti.

Prossima tappa, la prima gara del circuito Cross per Tutti, a Cinisello Balsamo

La traccia qui

Annunci

3 pensieri su “Cross del Campaccio 2016

  1. Pingback: Cross per tutti 2016 – Cinisello Balsamo | unavitadarunner

  2. Pingback: 84^ Cinque Mulini, San Vittore Olona | unavitadarunner

  3. Pingback: Cross del Campaccio, 6 Gennaio 2018 | unavitadarunner

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...